131: Dublino 2

Leave a comment Standard

Oggi è stato il mio secondo giorno a Dublino e ho iniziato l’esplorazione vera e propria (ma ovviamente non mi sono astenuta dal fare shopping. Anzi, ne ho fatto più di ieri).
Ho cominciato la giornata visitando il Castello di Dublino e la libreria di Chester Beatty. Poi sono stata a Grafton Street e sono andata al Trinity College, dove ho visto il campus e la Old Library, che penso sia una delle cose più belle del mondo (è quella nell’immagine di copertina del post).
L’ultima cosa che ho visto oggi è stato il museo dell’archeologia. Poi ho camminato fino alla zona dell’hotel e ho fatto shopping.
Sono riuscita a stare più di mezz’ora da Pull and Bear (perché c’era la fila per i camerini e poi ancora una fila chilometrica per le casse) e non ho ancora trovato la tinta rosa da Boots (l’unico che tiene le cose di Bleach ha ovviamente finito i colori più belli e li riporta lunedì, ma io ho l’aereo presto e non posso tornare a prenderla). Penso che dovrò per forza ordinarla online e farmela spedire a casa.

Domani mi restano poche cose da vedere (ho lasciato soprattutto i parchi perché dicono che ci sarà il sole), ma per il momento sono soddisfatta. Dublino è piccola e praticamente si va ovunque a piedi (il che per me è ottimo, perché amo camminare). Le distanze sono minime, è tutto vicinissimo!

Guardando Once Upon a Time, qualche mese fa, mi è rimasta in mente una frase particolare che ha detto Emma Swan. Parafrasando era qualcosa come “Casa è il posto che ti manca quando sei lontana.” (Perdonate l’Italiacano scorreggiuto, ho già dimenticato la mia lingua madre).
E sapete cosa? Io ovviamente non mi lamento perché amo tutti i miei viaggi e tutte le città che riesco a visitare sono bellissime, ma ogni posto che visito mi fa mancare Londra sempre di più.
Una volta pensavo di voler vivere a New York. E certo, rimane una delle mie città preferite in assoluto, ma non penso che ci vivrei, per tanti motivi. Londra, invece… Ovunque mi giro vedo qualcosa che me la ricorda e che mi fa stringere un po’ il cuore perché mi manca.
Si può essere innamorate di una città? Perché sono cose che dovrei provare per i ragazzi (e ovviamente le provo). Non pensavo che mi sarei mai sentita così nei confronti di una città.

Comunque manca sempre meno. Due mesi e finalmente torno a “casa”.

A domani!
Poppy

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...