010: Sei uno scrittore?

Comments 2 Standard

Qualche notte fa, presa dallo sconforto e dal peggior nemico di ogni essere umano (l’insicurezza), ho digitato un insieme di parole su Google e ho premuto invio. “How do you know if you’re meant to be a writer?” ovvero “Come si fa a sapere se si è destinati ad essere scrittori?”
Pensavo che non avrei trovato nulla e mentre il mio telefono caricava i risultati della ricerca (precisamente 0,38 secondi per 167 milioni di articoli) ho riso.
“Ma cosa cavolo sto cercando?”
Poi ho letto alcuni dei risultati che ho trovato e mi sono ricreduta.

Questi sono vari segnali che indicano che una persona è nata per scrivere (e mi rendo conto che sono solo articoli pubblicati da altri scrittori o aspiranti tali, ma sono carini e possono anche essere utili per l’autostima) e sono stati tradotti da questo articolo:

1. Sogni di essere uno scrittore: hai mai sognato di scrivere? Oppure sognato ad occhi aperti più del normale? Se hai la tendenza a lasciarti trasportare nel mondo della fantasia potresti essere uno scrittore. Uno persona che racconta belle storie ha un’immaginazione molto sviluppata. Alcuni scrittori riescono anche a fare una conversazione mentre fantasticano.

Fatto: fantastico, sogno ad occhi aperti e immagino storie o trame da quando mi sveglio a quando vado a letto. E spesso lo faccio anche mentre lavoro o parlo con qualcun altro (lo ammetto, non dovrei, ma a volte l’istinto di scivolare nel bellissimo mondo della fantasia è troppo forte).

2. Una passione che ti porti dietro dall’infanzia: ti piaceva scrivere quando eri piccolo? Se sì, potrebbe essere un segno che indica che sei destinato a scrivere. I bambini sanno quello che gli piace fare e tendono a sapere quello che vogliono essere da grandi anche se non sanno come esprimerlo.

Fatto: alle elementari amavo fare due cose: scrivere storie di fantasia nelle ore di italiano e dipingere. La cosa che mi piaceva di più era combinare le due cose e amavo quando le maestre ci dicevano di inventare un racconto e poi illustrarlo. E scrivere e dipingere sono ancora le due cose che amo fare più di ogni altra.

3. Sei uno sceneggiatore nato: hai l’abilità di capire le trame dei film? Gli scrittori pensano in modo diverso rispetto agli altri. Mentre chi gli sta intorno è completamente sorpreso dai thriller, lo scrittore è dieci scene più avanti e ha già capito chi è il killer o come verrà risolto il mistero.

Fatto: mia sorella a volte dice che è insopportabile guardare film o telefilm con me perché capisco quasi sempre come andranno a finire. E la maggior parte delle volte cerco di tenerlo per me, ma a volte condivido le mie idee e quando finiscono per essere giuste… beh, ho rovinato la sorpresa finale. Ops.

4. Leggere è un hobby: ami leggere? Gli scrittori leggono. E’ semplicemente un fatto della vita per noi. Ovviamente non tutte le persone che leggono sono in grado di scrivere, ma lo scrittore è attirato dai libri come le formiche lo sono dal cesto del picnic. Se ami leggere e sei sempre stato un avido lettore… devo dire altro?

Fatto: alle elementari ci hanno portati alla Biblioteca Comunale come gita e hanno fatto fare la tessera a tutti i bambini. La mia è stata usata tante, tantissime volte e credo di aver letto tutta la sezione bambini e ragazzi. Poi sono passata a quella degli adulti, ma purtroppo la scuola (e poi il lavoro) si sono messi in mezzo e non ho più il tempo che avevo prima per leggere. Ma adoro sempre farlo e sto cercando di leggere almeno un libro al mese.

5. No gloria? No problem: hai mai considerato l’idea che dedicandoti alla scrittura full time potresti vivere in povertà ma vuoi scrivere lo stesso? Se la cosa non ti dispiace, hai sicuramente il “virus dello scrittore”. Ma hai il talento?

Fatto: sì, ci ho pensato e so che se decidessi di dedicarmi completamente alla scrittura potrebbe succedere. Anzi, succederà. L’idea non mi disturba del tutto. Per quanto riguarda la domanda “hai il talento”? Beh, quello è tutto un altro discorso. Non ne ho idea.

6. Non riesci a smettere di scrivere: hai più di un blocco pieno di storie da cima a fondo? Quando gli scrittori cominciano a scrivere, lo fanno ovunque. Da bambini scrivono sui muri, poi in diari segreti, in libri, in quaderni e blocchi. E più tardi si trovano a scribacchiare idee su un tovagliolo da cocktail, il retro di una busta o tutto ciò che ci capita in mano. Chiunque è mai saltato fuori dal letto e ha cominciato a cercare qualcosa su cui scrivere al buio sa cosa intendo.

Fatto: ho quaderni e quaderni pieni di storie che non hanno mai visto (e non vedranno mai) la luce del sole, ho scritto su tovaglioli, buste, fogli, post-it, libri di scuola, quaderni di scuola e persino sull’etichetta di una bottiglia d’acqua. Adesso, per fortuna, esistono gli smartphone e scrivo tutte le mie idee nelle note (e ne ho taaaaaante).

7: Il sognatore a occhi aperti: ti sei mai perso in un pensiero? Ti sei mai trovato completamente immerso nei tuoi pensieri (prevalentemente trame, parole di canzoni o poesie) quando avresti dovuto concentrarti su qualcosa o qualcun altro? Se ti viene l’idea per una storia continui a pensarci tutto il giorno, persino nei momenti più inopportuni. E’ come una forza che ti obbliga a portare a termine l’idea. Questo è un buon segno, vuol dire che sotto la superficie si cela uno scrittore.

Fatto: quando mi viene l’idea iniziale per una storia non riesco letteralmente a smettere di pensarci. Smetto solo quando riesco a scrivere quello che ho in mente. La cosa brutta è quando mi succede quando sto scrivendo  un’altra storia. Quando una trama nuova bussa nella mia mente e io sono ancora nel mezzo degli eventi nell’altra… beh, lì è difficile.

8: “Raccontaci una storia”: i bambini preferiscono storie inventate da te o quelle che leggi nei libri? I bambini riescono a riconoscere uno scrittore da un chilometro di distanza.

Fatto: non mi è mai capitato di raccontare storie a bambini, quindi non ne ho idea.

9: Cosa significa quella parola? Quando vedi una parola che non riconosci, senti il BISOGNO di sapere cosa significa? Gli scrittori hanno un buon intuito. Amano trovare parole che non capiscono e spesso riescono a capirne il significato semplicemente dal contesto. In ogni caso, devono saperlo e hanno vari dizionari in giro per casa.

Fatto: quando leggo qualcosa di cui non conosco il significato cerco sempre di capirlo dalla frase e poi vado a controllarlo sul dizionario. Wordreference è tra i miei segnalibri e ho anche l’app sul telefono. Lo stesso vale per il dizionario di italiano. Credo che siano i siti che visito con più frequenza. A volte provo ad ignorare il fatto che non so cosa significhi una parola e cerco di convincermi di aver capito. Vado avanti a leggere di qualche riga e poi cedo e devo andare a controllare sul dizionario.

10: I giochi di società sono divertenti! Hai un cesto pieno di giochi di società? Alla maggior parte delle persone piace giocare a carte, a Monopoly o comunque a giochi che vanno avanti velocemente e che impiegano poca concentrazione. Agli scrittori piacciono i cruciverba e scrabble. A te che tipo di giochi piacciono?

Fatto: da bambina uno dei miei giochi preferiti era il Paroliere. Poi, quando passavo l’estate con i nonni, ho conosciuto “La Settimana Enigmistica” e l’adoravo. I miei giochi preferiti erano i cruciverba e i rebus. Adesso uso Ruzzle e “La Settimana Enigmistica” sull’iPad. Ah, e ho comprato un libro di cruciverba in inglese per ingannare l’attesa in aeroporto.

11: Scrivere è un lavoro part-time a tempo indeterminato: scrivi appena ne hai l’occasione anche se hai uno stile di vita caotico e sei sempre impegnato? Uno scrittore non può farci nulla. Se non sta scrivendo pensa a scrivere. Quando non stai scrivendo ti ritrovi a desiderare di farlo? Ti ritagli uno spazio? Se sì, è più che probabile che tu sia uno scrittore.

Fatto: quando ho l’ispirazione (di solito è la maggior parte del tempo) non riesco a smettere di scrivere e quando sono impegnata a fare altro continuo a sperare di trovare un po’ di tempo per mettere su carta quello che ho in mente. Di solito – a meno che io non stia facendo qualcosa di veramente importante – cerco sempre di buttare giù le idee da qualche parte e poi le elaboro appena riesco.

12: Sono già le 5? Quando scrivi – attenzione, questo è davvero importante – perdi la cognizione del tempo? Non ti sei mai trovato davanti allo schermo alle tre e mezza del mattino quando avevi intenzione di smettere a mezzanotte? Se l’hai fatto hai sfiorato la superficie della “zona dello scrittore”. Questo è un mondo magico in cui, per qualche motivo, il tempo scorre più velocemente. Cominci a scrivere e prima che tu te ne accorga hai ottomila parole ed è quasi l’alba. E’ un mondo meraviglioso e creativo che non vedi l’ora di rivisitare. Se questo sei tu, per favore pensa a mostrare il tuo lavoro a un editore o a una casa editrice.

Fatto: mi è capitato innumerevoli volte. Di solito scrivo il pomeriggio (a meno che io non sia in casa da sola dopo cena) e tutte le volte mi perdo tra le parole. Magari comincio alle due (quando non c’è niente da fare per lavoro) e mi convinco che scriverò solo per un’ora. Quando guardo l’orologio è quasi sempre il momento di preparare la cena.
E quando mi capita di scrivere di sera (e di essere da sola) è la stessa cosa. Mi dico che andrò a letto verso mezzanotte, poi guardo l’orologio, sono le prime ore del mattino ed io ho scritto innumerevoli capitoli. E’ sempre stato così e perdermi nelle mie storie è sempre stata una delle mie cose preferite.

Voi vi ritrovate in questi punti?

A domani,
Poppy

Annunci

2 pensieri su “010: Sei uno scrittore?

    • Già, essere una lettrice non è mica male! 🙂 Poi si tratta di qualcosa scritto da un aspirante scrittore, non di una prova scientifica 😛 Secondo me si può essere scrittori anche se non ci si trova d’accordo con tutti i punti.
      Ciao! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...