Giorno 101: Writing Challenge Day 2

Comments 9 Standard

Il secondo giorno del Writing Challenge prevede una storia breve sull’amore:

Giorno 2: Inventa un personaggio e racconta come ricorda il momento in cui si è innamorato/a.

Ho deciso di scrivere qualcosa di malinconico, di triste. Il mio personaggio è una ragazza che si è innamorata a prima vista di una persona che non ha più rivisto e queste sono le sue riflessioni su quella sera. Se volete un’esperienza completa vi consiglio di ascoltare questa canzone mentre leggete:


Thinking Of You

Una canzone. Una frase. Sono bastati pochi secondi per farmi ricordare tutto.

Ricordo la pioggia di quella sera. L’odore dell’asfalto bagnato, una città che non era la mia, la sensazione che mi ha accompagnata tutto il giorno, come se stesse per succedere qualcosa. Un treno ad alta velocità che sfrecciava in aperta campagna nel mezzo del nulla.
Ricordo un capannone, una folla, un corridoio stretto, delle scatole minuscole di cereali. Musica. Un album bellissimo che ho ascoltato in treno, i testi di alcune canzoni che pensavo non avrei mai capito e che mi accompagnano ancora oggi, facendomi tornare in mente quella serata e descrivendo quello che ho provato.
Ricordo anche un sorso di un cocktail alcolico, il profumo dell’aloe vera e un autobus arancione. Un taxi che correva troppo, un po’ come il mio cuore.
L’unica cosa che so con certezza è che non l’avevo pianificato e non so nemmeno come sia successo. Avremmo potuto incontrarci due volte prima di quella sera. Avremmo dovuto e l’abbiamo quasi fatto. Ma il destino ha voluto che io ti incontrassi proprio in quelle circostanze.
È una cosa buffa il destino, vero? Non so come funzioni e non ho idea di cosa abbia in serbo per me, ma so che ha voluto che ti incontrassi sul mio cammino e che provassi dei sentimenti per te.
Ricordo una camicia nera e una maglietta bianca.
Ricordo altre tre persone in quella stanza, anche se avevo la sensazione che ci fossimo solo io e te.
Ricordo di aver pensato che fossi molto bello quando ti ho visto. Di averti guardato quando sapevo che non mi stavi guardando per osservare i tuoi lineamenti, i tuoi occhi.
Ricordo di essere arrossita e di essermi vergognata quando mi hai beccata. E da quel momento è stato come un gioco. I nostri sguardi hanno continuato ad incrociarsi per tutto il tempo e quando l’altra persona si accorgeva, arrossivamo entrambi.
Il mio cuore è sempre stato indipendente e mi ha sempre fatto capire cosa voleva. Così quando ha cominciato a battere più forte, quella sera, ho capito. Voleva te.
Le parole che ci siamo scambiati non hanno importanza, sono solo parole. I nostri occhi si sono detti tutte le cose importanti.
Ricordo la sensazione strana che ho provato quando sei entrato in quella stanza, interrompendo la conversazione in corso. O meglio, le altre persone hanno continuato a parlare, ma io sono rimasta quasi a bocca aperta.
Ricordo ancora il brivido che ho provato quando ti sei presentato e mi hai sussurrato il tuo nome con la voce un po’ roca. La stretta allo stomaco quando la tua mano ha sfiorato il mio braccio. Il fuoco che ha avvolto la mia guancia quando le tue labbra l’hanno toccata.
Non so se quello che ho provato per te può essere definito amore. Colpo di fulmine, amore a prima vista. Non so definirlo con certezza, ma so che è stato qualcosa di diverso da tutto quello che ho provato in tutta la mia vita. E so che l’hai provato anche tu, perché l’ho visto nei tuoi occhi, l’ho capito dai tuoi gesti.
Ricordo la pioggia, il sorriso troppo grande che è spuntato naturalmente sulle mie labbra dopo che ci siamo salutati, la sensazione di essere leggera, ma di avere il cuore pesante, perché sapevo che non ti avrei rivisto. Le farfalle nello stomaco.
Ricordo il freddo che ho provato mentre aspettavo il taxi. Il cuore che batteva velocemente anche quando mi sono ritrovata da sola.
Ricordo di non essere riuscita a dormire quella notte, perché quando chiudevo gli occhi tutto quello che riuscivo a vedere era il tuo sorriso.

Una leggenda dice che un filo rosso lega due sconosciuti, guida e intreccia i loro destini. Dice che ci unisce ad una persona che potremmo incontrare domani, tra un minuto, tra dieci anni. E questo filo rosso ci porta ad innamorarci a prima vista di questo sconosciuto. Forse questo è proprio quello che è successo a noi. Forse il nostro filo rosso ha deciso che ci incontrassimo durante quella notte piovosa, in quella città che non era la mia. Chissà se il nostro filo rosso si è spezzato o se vorrà farci incontrare di nuovo.


Grazie per aver letto e alla prossima! 🙂

Poppy

Annunci

9 pensieri su “Giorno 101: Writing Challenge Day 2

      • sì, sì, intensissima e sorprendente, considerata anche l’età. è poco più di una bambina

      • Già, sono rimasta sconvolta quando ho scoperto la sua età! Pensavo che fosse molto più grande, perché è davvero intensa! Non mi aspettavo che fosse così giovane 🙂

      • io di solito diffido delle cantanti così piccole, da appassionato di De Gregori, Guccini e altri monumenti, ma, fin dalle prime volte, la mia diffidenza è andata a farsi benedire.

      • Già, c’è una maturità nella sua voce e nel suo modo di esprimere le emozioni che non mi sarei mai aspettata!

      • tu sospetti che quel che si dice sulla sua età sia una trovata pubblicitaria? è un mio paradosso, vista la sua maturità…

      • No, sinceramente non credo. Penso semplicemente che sia “un’anima antica”, una di quelle persone che hanno una maturità incredibile anche se sono molto giovani. Ultimamente si stanno scoprendo molti artisti giovani, anche Lorde ha solo sedici anni e anche se si capisce dai suoi testi, il modo di cantare e la voce sono molto più maturi secondo me. 🙂

      • probabilmente è vero che è così giovane. Io lanciavo una provocazione intellettuale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...