Giorno 17: pet peeves

Comments 3 Standard

images

Un pet peeve è qualcosa che fa un’altra persona e che ti dà incredibilmente fastidio, ma non puoi farci nulla. E’ qualcosa fuori dal tuo controllo e che, probabilmente, ti innervosisce più di quanto dovrebbe. In questo post voglio parlare dei miei, perché sono sicura che tanti sono condivisi anche da voi. Io non sono perfetta (anzi), ma quando mi accorgo di un comportamento sbagliato o di aver fatto qualcosa che ha dato fastidio a qualcuno sono la prima a chiedere scusa e a cercare di evitare. Di seguito, comunque, la lista dei tre quattro tipi di persone che odio di più.

  • Le persone false e opportuniste. E, più precisamente, quelle che si definiscono tuoi amici, non si fanno sentire per mesi e poi ricompaiono, chiedendoti come stai, girando intorno a quello che vogliono davvero per un po’ prima di chiederti un favore. Questo è un comportamento che mi fa venire voglia di sradicare un albero e lanciarlo alla persona in questione. Apprezzerei molto di più se evitassero di prendermi in giro e se mi chiedessero immediatamente quello di cui hanno bisogno.
  • Le persone che ti promettono qualcosa e poi non lo fanno. Anche questa è una cosa che mi dà un fastidio incredibile, soprattutto quando queste persone hanno promesso cose che avrebbero anche potuto evitare e poi non le mantengono. Probabilmente sono una persona troppo ingenua e tendo a fidarmi troppo della gente, ma per me una promessa ha un valore e se mi dici che farai una certa cosa e poi non lo fai, non posso che rimanerci male.
  • Le persone che cercano di farti sentire in colpa per farti dire di sì. Parliamone, quanto sono fastidiose? Quando ti chiedono di fare qualcosa, tu non hai tempo perché magari stai lavorando e queste cominciano a fare le vittime finché non ti fanno sentire in colpa e tu devi cedere e dire di sì? Mi fanno impazzire.
  • Le persone che mentono su tutto. Avrei dovuto mettere questa categoria al primo posto, perché è quella che odio di più in assoluto. Forse perché ho avuto a che fare con più di una persona di questo genere, forse perché l’onestà è una delle cose che apprezzo di più al mondo. Ho conosciuto persone che sentivano il bisogno di mentire su qualunque cosa, dalla più grande alla più piccola. Anche sulle cose senza senso. Sono queste le persone che ti fanno perdere fiducia nell’intera umanità e ti fanno venire dei seri problemi a fidarti della gente.

Altre cose che mi danno fastidio (ma decisamente meno di quelle che ho appena elencato):

  • Le persone che masticano il chewing gum con la bocca aperta. Avevo un’insegnante che lo faceva durante le lezioni e spesso si metteva dietro di me. Non vedevo l’ora di scappare da quell’aula. Chiudi-quella-dannata-bocca-quando-mastichi. Anche le persone che parlano con la bocca piena mi danno fastidio. Più che altro mi disgustano.
  • Le persone che si puliscono le unghie o se le mangiano vicino a me. A parte il rumore inquietante, ma che schifo! E quelle che se le tagliano sul treno?? Brrr.
  • Le persone che ascoltano la musica in un luogo pubblico senza usare gli auricolari. Non so se vi è mai capitato, ma specialmente sulla metro o sul treno capita spesso che queste persone comincino ad ascoltare la loro musica a tutto volume, senza usare cuffie o auricolari. Ci sono casi (soprattutto la mattina) in cui lancerei volentieri i loro stupidi dispositivi fuori dal finestrino. Loro e quelli che sentono il bisogno di ascoltare TUTTE le suonerie del loro telefono durante un viaggio.
  • Le persone che urlano al telefono. Avete mai fatto un viaggio di tipo tre ore in treno con una persona che ha parlato (anzi, urlato) al telefono per tutto il tempo, raccontando ogni insignificante dettaglio della propria vita a qualche poverino che, sicuramente, si è addormentato dall’altra parte? Ecco. Ditemi voi se non sono fastidiose le persone che appena mettono piede su un treno sentono il bisogno di telefonare a tutti i contatti che hanno in rubrica.
  • Le persone in ritardo costante. Capisco il traffico, i problemi per trovare parcheggio, i ritardi dei mezzi e tutte queste cose e, in questi casi, ovviamente non mi arrabbio. Sono cose che capitano. Mi dà incredibilmente fastidio, invece, quando una persona che deve semplicemente uscire di casa e incontrarmi fuori dalla porta ci mette tre ore perché non si è preparata prima.
  • I genitori che non dicono nulla ai propri figli, che urlano come se qualcuno li stesse assassinando brutalmente. Non mi piacciono i bambini, non particolarmente. Mi mettono a disagio e non sopporto la maggior parte di quello che fanno (capitemi, per OTTO anni ho avuto dei vicini di casa con tre figli che urlavano TUTTO il giorno in cortile, in qualunque stagione. La cosa più sconvolgente è stata il bambino di cinque anni che bestemmiava come se niente fosse e i genitori che non gli dicevano assolutamente nulla. Questi si picchiavano tra di loro e facevano un casino infernale e mamma e papà non li consideravano minimamente. E’ andata avanti per otto lunghi anni prima che venissero finalmente sfrattati) ma quello che mi crea più problemi sono i genitori che li guardano (quando lo fanno, perché spesso se ne fregano completamente e vanno avanti per la loro strada) e non fanno niente per farli smettere. Se mio figlio cominciasse ad urlare come un dannato in mezzo alla strada (o in qualunque altro posto) mi premurerei di farlo smettere. Non mi piacciono le punizioni violente (anzi, rabbrividisco quando vedo gente che schiaffeggia i figli in un luogo pubblico per sgridarli), quindi non credo nel ‘potere degli schiaffi’, ma un bambino non è idiota. Se glielo spieghi capisce. E non parlo di quelli che piangono perché hanno fame e sono troppo piccoli per esprimersi, parlo proprio di quelli che urlano come pazzi per giocare o per attirare l’attenzione. E capisco che tutti siamo stati bambini e tutti abbiamo giocato con i nostri amichetti, ma i miei genitori mi hanno sempre insegnato a non dare fastidio agli altri quando giocavo.

In realtà i genitori sono proprio una categoria a parte e spesso mi sorprendo di quanto alcuni possano essere poco adatti a quel ruolo. Non so quante volte mi è capitato di andare al supermercato d’inverno e di vedere bambini con il cappotto tutto chiuso, il cappello e la  sciarpa che urlavano come pazzi perché avevano caldo ed erano tutti rossi. Non ci vuole un genio per capire che in un posto chiuso con il riscaldamento un bambino sta male con il cappotto imbottito, il cappello e la sciarpa. Stessa cosa d’estate, mi capita spesso di vedere genitori che portano i bambini senza scarpine e vestiti leggerissimi in posti con l’aria condizionata talmente alta che si congela. O quelle che si fermano in mezzo alla strada con il passeggino sotto il sole cocente perché devono chiacchierare con le amiche, mentre il bimbo piange disperato perché sta cuocendo. Ma non ci tengono ai propri figli? Non pensano che, come hanno caldo o freddo loro, anche i bambini possano provare le stesse cose?
O quelli che camminano davanti ai bambini (piccolini, che hanno evidentemente appena imparato a camminare) e non si accorgono nemmeno quando questi cadono. Una volta mi è capitato di vedere una madre e un padre che non si curavano minimamente del piccolo, lasciando che questo camminasse a qualche metro da loro, girarsi e sgridarlo quando si sono resi conto che non era abbastanza veloce e che, anzi, non li aveva ancora raggiunti perché era caduto. Sono rimasta proprio senza parole quella volta.

E voi? Quali sono le cose/persone che vi danno fastidio? Scrivetemele in un commento, se vi va!

Poppy

Annunci

3 pensieri su “Giorno 17: pet peeves

  1. Sono pienamente d’accordo con quello che hai scritto! Le persone che mi danno fastidio in assoluto sono le persone false, mi irritano. Conosco molte persone false,forse troppe.. E forse per questo che non riesco a fidarmi più di nessuno!! Un’altra categoria che mi da fastidio è quella delle persone che NON si lavano. Cavolo siamo nel 3° millennio non nel medioevo!! Esiste l’acqua,il bagnoschiuma e il deodorante. Li hanno inventati proprio per essere utilizzati e non per fare pubblicità!! Odio queste persone,forse sono io particolare ma per me l’igiene viene prima di tutto!! Poi mi danno fastidio le persone sgarbate. Quelle che pretendono e non ti danno nulla in cambio, nemmeno quello che meriti. Mi fermo qui altrimenti finisco per dilungarmi troppo!!

    • Aah, hai proprio ragione! Le persone che non si lavano irritano incredibilmente anche me! Che schifo… con tutti i prodotti che esistono per lavarsi! Quoto assolutamente tutto!

      Vero, anche le persone sgarbate sono irritanti e, come hai detto tu, anche quelle che pretendono e non ti danno nulla in cambio. Ne esistono troppe di persone così, purtroppo. Persone per cui fai di tutto (ma veramente di tutto) e l’unica volta che hai bisogno tu ti girano la faccia e ti ignorano…

      grazie per il commento, sweetie ❤

  2. Pingback: Giorno 59: Gli approfittatori | Poppy Belle

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...