Giorno 10: The Killing

Comment 1 Standard

The-Killing-the-killing-19837860-1280-1024

Visto che ormai sapete che amo seguire vari telefilm, oggi ve ne voglio presentare uno che mi ha colpita moltissimo. Non ho cominciato a seguirlo quando è iniziato, ma alla fine della seconda stagione – poco prima che iniziasse la terza – e l’ho divorato in pochi giorni. Si tratta di The Killing, il remake di una serie danese dal nome Forbrydelsen.

Le prime due stagioni si concentrano sullo stesso caso, cioè l’omicidio di una ragazza diciassettenne di nome Rosie Larsen. Ogni episodio corrisponde a un giorno di indagini – quindi la trama è un po’ lenta, ma secondo me vale la pena di guardarlo perché  tutti i personaggi sono molto complessi e in ogni episodio si scopre qualcosa di nuovo.

A Seattle una giovane ragazza, Rosie Larsen, viene uccisa. La trama intreccia tre aspetti connessi all’omicidio: le indagini della detective Sarah Linden, affiancata dal collega Stephen Holder; il dolore che colpisce la famiglia della vittima; e un gruppo di politici locali che rischia di vedersi compromessa la campagna elettorale. Con la prosecuzione della storia, diventa chiaro che non ci sono casualità e ognuno dei personaggi coinvolti si porta dietro un segreto che gli impedisce di poter voltare pagina. (fonte: Wikipedia)

Alla fine della seconda serie questo caso viene risolto (non scriverò spoiler, in caso non abbiate ancora visto il finale e vogliate farlo), ma vi dico solo che lascia con l’amaro in bocca ed è veramente triste, però mi è piaciuto.

La terza stagione (che inizialmente non era prevista perché la rete televisiva voleva cancellare il telefilm, ma Netflix ha proposto di dividere i costi di produzione con AMC in modo che potesse andare avanti) si basa su un caso completamente nuovo ed è, se possibile, ancora più interessante. Questa volta non si tratta dell’omicidio di una sola persona, ma di un serial killer attivo e riemerge un caso che ha fatto parte del passato di Sarah Linden (la detective protagonista).

Il mio personaggio preferito in assoluto è il detective Stephen Holder, interpretato da Joel Kinnaman. E’ un ex detective della squadra narcotici ed è arrivato a Seattle perché è stato promosso alla squadra omicidi e il suo ruolo dovrebbe essere quello di sostituire Sarah Linden, pronta a trasferirsi a Sonoma (California) con suo figlio e il nuovo compagno con cui si deve sposare. Holder è uomo con un passato difficile alle sue spalle, a tratti misterioso – soprattutto nella prima stagione – ma ha un umorismo molto divertente. Non voglio dirvi altro però, perché non voglio rovinarvi la sorpresa se avete intenzione di guardare The Killing.

Mi sento di consigliarvi di guardarlo se vi piace il genere, perché a me piace molto. Vi dirò anche che sono contenta di averlo scoperto dopo la chiusura del caso di Rosie Larsen, perché altrimenti avrei fatto davvero fatica ad aspettare una settimana tra un episodio e l’altro. Ho letto opinioni contrastanti e a quanto pare questo è uno di quei telefilm che ami o odi e non c’è la via di mezzo. La cosa che mi consola, però, è che le recensioni della terza serie sono molto più positive (e i produttori hanno promesso che questo nuovo caso verrà risolto entro il finale di stagione), quindi ho la speranza che non lo cancellino.

Perché tutti abbiamo bisogno di un’ora alla settimana di Detective Holder.

Avete mai visto questo telefilm? Se sì, cosa ne pensate?

Poppy

Annunci

Un pensiero su “Giorno 10: The Killing

  1. Pingback: Giorno 25: July’s Favorites | Poppy Belle

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...